Mistica Indocina

PROGRAMMA DI VIAGGIO

 

1º GIORNO: PADOVA/VENEZIA - PARIGI

Ritrovo dei partecipanti in primissima mattinata in luogo da stabilirsi e trasferimento in pullman riservato all’ aeroporto di Venezia in tempo utile per disbrigo delle pratiche d’imbarco sul volo di linea AF 1327 delle ore 06,45 per Parigi. Arrivo previsto per le 08,35 e coincidenza sul volo diretto VN 036 delle 13,10 per Hanoi. Pasti e pernottamento a bordo.

2º GIORNO: PARIGI - HANOI - HALONG CRUISE

Colazione a bordo ed atterraggio previsto per le 05.45 (ora locale). Disbrigo delle pratiche per il visito d’ingresso e delle procedure doganali. Incontro con la ns. guida parlante Italiano e trasferimento in pullman riservato verso la baia di Halong "l’ottava Meraviglia del Mondo". Breve sosta lungo il percorso per visitare l’antica pagoda di But Thap, costruita nel 1260, una delle più ben conservate del Vietnam. All’arrivo imbarco e sistemazione a bordo di una tradizionale giunca vietnamita, sapientemente ristrutturata e trasformata in un elegante hotel galleggiante. Ore 12,15. Inizio della crociera nella celebre Baia con pranzo a bordo. Durante la navigazione, avvolti da una lieve foschia che rende l’atmosfera particolarmente mistica e misteriosa, ci si addentra tra miriadi di isole, isolotti, faraglioni e scogliere, contornate da grotte in cui straordinarie formazioni di stalattiti e stalagmiti  disegnano fiabesche e sorprendenti scenografie. Cena e pernottamento a bordo. (Vedi programma dettagliato riportato sulla scheda del foglio notizie che verrà consegnato con i documenti di viaggio).

3º GIORNO: HALONG CRUISE - HANOI - LUANG PRABANG (LAOS)

Mattinata ancora dedicata alla navigazione ed alla visita delle infinite attrattive della Baia di Halong. Brunch a bordo e rientro ad Halong con attracco al molo Bai Chay per lo sbarco previsto per le ore 11,00. Recupero dei propri bagagli e viaggio in pullman riservato in direzione di Hanoi. Arrivo all'aeroporto di Hanoi in tempo utile per effettuare l’imbarco sul volo VN 2905 delle ore 18,50 per Luang Prabang. All’arrivo, previsto per le 19,50, disbrigo delle procedure  per l’ottenimento del visto e dei controlli doganali ed incontro con il ns. assistente in loco. Trasferimento in bus privato all’hotel per la sistemazione nelle camere riservate, la cena ed il pernottamento.

4º GIORNO: LUANG PRABANG

Dopo la prima colazione  Visite con guida della città di Luang Prabang: l'antica capitale reale posta in una valle sul medio corso del Mekong. Per l’incomparabile bellezza del sito ambientale e per la straordinaria ricchezza di capolavori di architettura religiosa buddhista, l’UNESCO la ha dichiarata Patrimonio dell’Umanità. Sono più di trenta i complessi monasteriali dai quali si promana il mistico senso di spiritualità che sommerge ogni  visitatore; fra i tanti non si può mancare alla visita di alcuni gioielli come il Vat Visoun, il Vat Sené, il Vat Xiengthong. Per ammirare i dolci colori del tramonto si sale al Vat Chom Si, posto la culmine del Phu Si, la collina sacra che domina il paesaggio di Luang Prabang. Pranzo al Elephant Restaurant. Nel pomeriggio percorrendo una strada che corre in un paesaggio naturale di quieta bellezza escursione alle cascate di Kuong Si. Lungo la strada sorgono degli agglomerati di H'Mong, irriducibili guerrieri e coltivatori del papavero da oppio che hanno ora abbandonato le antiche consuetudini ma conservano intatto il fiero portamento. Si raggiunge il Parco naturale con la stupenda cascata le cui  acque precipitano su formazioni di roccia calcarea, incorniciata di folta vegetazione, per poi calmare il loro impeto in bacini color turchese dove alcuni audaci potrebbero anche tentare una molto rinfrescante nuotata. Rientro a Luangprabang per la visita al Wat Chomsi ed ammirare il tramonto dalla montagna Phousi. Cena e pernottamento villa Santi hotel (o similare).

5º GIORNO: LUANG PRABANG - PAK OU CAVE - LUANG PRABANG

Escursione dedicata alla visita delle grotte di Pak Ou e dell'alto corso del Mekong che si risale su slanciate barche a motore. Tra gli orti rivieraschi e la folta vegetazione emerge un villaggio dove tra le tante altre attività tradizionali si distilla anche il lao-lao, il fortissimo liquore nazionale. Dove il fiume si restringe e la parete di roccia incombe, si approda per salire alle sacre grotte di Pak Ou che nel corso dei secoli la fede popolare ha colmato di migliaia di statue del Buddha. Sulla via del ritorno ci si arresta sulla riva destra, di fronte a Luang Prabang, per un breve e rilassante trekking nel villaggio Xieng  Maen, famoso per la lavorazione delle alghe di fiume e le sue antiche pagode. Rientro a Luang Prabang per immergersi nel colorato mondo del mercato dei prodotti artigianali che al calar del sole si apre sulla via che corre tra il Phu Si e l’antico Palazzo Reale. Pranzo in corso d’escursione in ristorante tipico. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

6º GIORNO: LUANG PRABANG - VANG VIENG (km.185 - circa 3 h)

Svegliandosi all’alba si potrà assistere nella via centrale alla “questua dei monaci”: un rituale che si ripete nel tempo che vede sfilare oltre 200 monaci silenziosamente tra la riverente popolazione che offre loro il cibo della giornata. Al termine rientro per la colazione in albergo e quindi partenza da Luang Prabang sulla strada di montagna che scende verso Sud dirigendosi a Vang Vieng, posta su un ansa del fiume Nam Song. Durante il tragitto si incontrano gli agglomerati delle numerose minorità etniche che abitano la montagna e grandioso è lo spettacolo offerto dal selvaggio paesaggio carsico che si percorre. Si scoprono  così suggestive grotte e gallerie cariche di mistero e di cui alcuni tratti sono ancora inesplorati. Mille leggende sono sorte intorno a questi luoghi che la gente crede ancora popolati da spiriti. Tham Jung è la grotta più famosa e ricca di suggestive storie. Un tempo era usata come inespugnabile rifugio durante le devastanti incursioni dei predatori del Nord. Un impianto elettrico ora illumina il cammino fino alla grotta superiore da dove si può ammirare il superbo paesaggio circostante attraverso una fenditura nella parete calcarea. Sistemazione per la notte a Vang Vieng. Pranzo in ristorante tipico. Cena e pernottamento in hotel Vansana Hotel (o similare).

7º GIORNO: VANG VIENG - VIENTIANE (km 155 - circa 2.30h)

In prima mattinata partenza per Vientiane lungo la strada che, tra aspri e suggestivi  paesaggi montani abitati dalle minorità etniche del Nord, scende verso il corso del Mekong sulla cui riva sinistra si adagia la capitale del Laos che conserva il fascino démodé della vecchia cittá coloniale francese. Visita dei principali templi della città. Passando a lato del Patuxai o  “Porta della Vittoria”, il memoriale dedicato a tutti i Laotiani caduti durantel tutte le guerre, si raggiunge il luogo più sacro di tutto il Laos, il That Luang, il grandioso stupa che si dice contenga una reliquia del Buddha che la tradizione vuole che sia stata qui portata nel III secolo avanti Cristo. Nel   cuore della città vecchia, il chiostro dell’antico Vat Si Saket accoglie più di duemila immagini del Buddha che, si dice, lo abbiano preservato dalle distruzioni portate dagli eserciti siamesi nel 1828. Di fronte, la raffinata architettura classica del Ho Phra Keo, il Museo di arte religiosa con una stupenda statuaria buddhista in bronzo. (tempo permettendo visite all’austero Palazzo Presidenziale; al Talat Sao, il grande mercato coperto; ed allo That Dam, lo Stupa Nero). Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento al Mercure Hotel (o similare).

8º GIORNO: VIENTIANE - PAKSE

Trasferimento in aeroporto e volo di linea per Pakze Giornata di visita dell'altopiano del Bolaven, la regione delle ricchissime piantagioni di the e del famoso caffè, delle selve scoscese e delle stupefacenti cascate di Tad Fane e Tad Lo. Questa e' la terra dove vivono numerosi gruppi etnici appartenenti alla famiglia mon-khmer. Si incontrano villaggi di Laven, Alak, Nghé e Suei che hanno la  comune caratteristica di costruire le loro capanne intorno a uno spiazzo al centro del quale si trova il tempio del Genio protettore e il palo ove si compie il rituale sacrificio del bufalo. Vivono ancora secondo i loro ancestrali costumi coltivando la terra con gli strumenti dei loro antenati e conservano intatta la riservata gentilezza della gente di montagna. Pranzo presso il ristorante tipico. Cena e pernottamento in hotel Pakze (o similare).

9º GIORNO: PAKSE – DONE KHONG (km 140 - circa 2.45h)

Attraversato il Mekong si raggiunge Champasak a Sud-Ovest della quale un monte alto 1416 metri e culminante con un pinnacolo a forma di linga: il Vat Phou. Antico luogo di culto dei genii della montagna e degli spiriti delle acque, nel VI secolo gli Khmer del Cenla vi costruirono un tempio in onore del dio Shiva. Gli imperatori di Angkor considerarono questo luogo il loro “tempio dinastico”. L'antico culto shivaista è caduto i disuso ma il luogo resta sacro ed è venerato  dai  buddhisti  laotiani  e cambogiani. Tornati sulla riva sinistra si procede verso Sud seguendo il corso del fiume fino a dove il corso del Mekong si allarga a dismisura accogliendo isole e isolotti dove gli abitanti traggono la vita dalla pesca e dalle colture tropicali. Si prosegue poi ancora verso Sud fino a raggiungere , la grande isola ove il tempo pare essersi arrestato a tempi antichi. Pranzo presso ristorante tipico. Cena e pernottamento al Pon’s Arena Hotel.

10º GIORNO: DON E KHONG (40km) - FRONTIERA CAMBOGIANA (125km) - KRATIE

Trasferimento al confine con la Cambogia. Dalla frontiera laotiana la strada attraversa un paesaggio selvaggio fino al ponte sul Sekong da cui si giunge in Stung Treng, primo capoluogo di provincia cambogiano, adagiata sulla riva sinistra dell'immenso Mekong da cui i pescatori locali traggono vita e sostentamento. Lasciata Stung Treng si scende attraverso pianure coperte di boscaglia fino al piccolo approdo di Kampi dove, in compagnia dei Ranger del Parco naturalistico, ci si imbarca su delle  scialuppe a motore per raggiungere i solitari luoghi in cui hanno il loro habitat i famosi delfini del Mekong. Quando cala il tramonto si torna a riva per raggiungere Kratie, cittadina che ancora conserva intatto il sapore del tempo passato. Pranzo presso il ristorante tipico e Cena e pernottamento al Ly Cheu Hote (o similare).

11º GIORNO: KRATIE - SIEM REAP (km 420 - circa 7h)

Si lascia Kratie compiendo un'ampia ansa verso Oriente fino alle propaggini della Catena annamitica coperte di lussureggianti piantagioni di alberi della gomma e dove la gente ancora abita in antiche  case in legno. Giunti al grandioso ponte che attraversa il Mekong si attraversano gli agglomerati galleggianti dei pescatori al bilanciere e si entra in Kompong Cham, la città degli orti e dei frutteti. Arrivo a Siem Reap nel tardo pomeriggio. Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento al Borei Angkor Hotel (o similare).

12º GIORNO: SIEM REAP (Templi BAYON - TA PROHM - ANGKOR VAT)

Intera giornata dedicata alla visita dei templi di Angkor: la più estesa area archeologica del mondo dove gli archeologi classificarono 276 monumenti di primaria importanza. Il capolavoro indiscusso dell’architettura e dell’arte khmer è comunque Angkor Vat con milleduecento metri quadri di raffinati bassorilievi che offrono la spettacolare testimonianza di un’arte figurativa di eccelsa raffinatezza. Le immagini che hanno creato il “mito” di Angkor si scoprono a Ta Prohm dove giganteschi alberi sorgono fra l’intrico di torri santuario, enormi radici  avvolgono le gallerie, arbusti germogliano dai tetti di ogni costruzione ed il visitatore non riesce più a distinguere l’opera dell’uomo dalle creazioni della natura. Visita della cittadella fortificata di Angkor Thom con le sue imponenti mura e le splendide porte monumentali ed al suo centro il Bayon con i suoi bassorilievi di enorme realismo e forza espressiva che fanno corona a 54 torri-santuario. Intorno sorgono il Baphuon, l'antico Palazzo reale con il  Phimeanakas, la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso. Pranzo in ristorante in corso di visite. Rientro in hotel par la cena ed il pernottamento.

13º GIORNO: SIEM REAP (templi minori)

Giornata dedicate al completamento delle visite del grandioso complesso archeologico di AngKor. Una delle più antiche costruzioni sacre è Prasat Kravan del 921: cinque santuari dedicati al culto di Vishnu, costruiti in mattone. Sempre il mattone venne utilizzato per edificare nel 952 il Mebon, il tempio che sorgeva su un isolotto artificiale al centro del grande bacino del Baray orientale. Nove anni più tardi Rjendravarman fece erigere il Pre Rup, grandioso tempio montagna dai caldi colori ocra. L'uso dell'arenaria trionfa nel possente Ta Keo mentre i temi della classicità trovano prima espressione nel  delizioso Thommanon. Dal perfetto rettangolo del bacino del "Bagno reale", Srah Srang, inizia il percorso fra i santuari  del  XII  secolo:  il  monastero  di Banteay Kdei, la "Cittadella delle Celle"; il mistico e silenzioso Ta Som; l'enigmatico e sorprendente Neak Pean ed il grandioso santuario buddhista di Prah Khan, il tempio della “Sacra Spada”. Pranzo in ristorante in corso di visite. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

14º GIORNO: SIEM REAP - KOMPONG THOM - PHNOM PENH (310km - circa 5h)

Percorrendo l'antica "Via reale" ci si arresta al poderoso ponte a diga di Kompong Kdei, fatto costruire da Jayavarman VII nel XII secolo e si attraversa la rigogliosa pianura disseminata di villaggi con le case in legno, bambù e foglie di palma. Visita del sito archeologico di Sambor Prei Kuk, l’antica Isanapura capitale del regno di Cenla nel VII secolo. E’ una vasta area archeologica immersa nella boscaglia ed ancora poco frequentata dai turisti. Dell'antica città restano decine e decine di prasat in mattone intorno ai quali la natura ha avvolto il suo manto protettivo. Di classica bellezza è il grande complesso di Yeay Poan, nel   cosiddetto Gruppo Sud mentre incredibile è la suggestione del promana dal solitario Prasat Chrey e dall'enigmatico Asram Moha Rsi. Pranzo in ristorante tipico. Lasciata Kompong Thom si attraversa la ricca campagna solcata dai fiumi immissari del Grande lago e poi si prosegue con una deviazione su una stradina che conduce, tra folta vegetazione e case in legno, al santuario di Kuk Nokor, tempio khmer del XI secolo in perfetto stato di conservazione. Dopo una doverosa sosta a Skun, la cittadina capitale dei "ragni fritti" si raggiunge Phnom Penh nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel per la cena ed il pernottamento.

15º GIORNO: SAIGON

Visita dei luoghi di maggior interesse della capitale della Cambogia. Il Museo Nazionale, prezioso scrigno che che racchiude i capolavori della scultura khmer dal V al XIII secolo, e dell’area del Palazzo Reale con la Sala del Trono, in cui ancora oggi il Sovrano concede le sue udienze, e del contiguo complesso della Pagoda d’Argento. Rientro in albergo per il pranzo. Tempo a disposizione per ultimi acquisti, ultimare i preparativi dei bagagli e rinfrescarsi (Late check out). Verso le 17,30 riconsegna delle stane e ritrovo dei partecipanti per il trasferimento all'aeroporto internazionale, in tempo utile per effettuare le pratiche d’espatrio e le operazioni d’imbarco sul volo VN3850 delle ore 20,30 per Saigon dove è previsto l’arrivo alle 21,15. Coincidenza sul volo notturno per Parigi VN 011 delle 23,20 per Parigi. Pasti e pernottamenti a bordo.

16º GIORNO: SAIGON - PARIGI - VENEZIA

Arrivo a Parigi alle 06.30 e coincidenza sul volo AF 1426 delle ore 10,45 per Venezia dove è previsto di atterrare verso le ore 11,55. Espletati i controlli doganali, trasferimento con pullman riservato per i luoghii di origine viaggio.

 

FINE DEI SERVIZI

 

Quota individuale di partecipazione € 3.690,00 
(calcolata su un gruppo di min. 16 partecipanti)
 

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Trasferimento con bus riservato Padova/Aeroporto Venezia/Padova;
  • Voli internazionali di linea Air France e Vietnam airlines in classe economica Venezia/Parigi/Hanoi Saigon/Parigi/Venezia;
  • Voli regionali Hanoi/Luang Prabang + Vientiane/Pakse + Phnom Penh/Saigon;
  • Sistemazione in alberghi 4* e 4* sup. con trattamento di mezza pensione;
  • Trattamento di pensione completa (normalmente cene in hotel e pranzi in ristorante in corso di visite);
  • Visite ed escursioni, come da programma, con guida locale in Italiano ingressi inclusi;
  • Trasferimenti durante tutto il tour con mezzi locali adeguati (bus/mn Junka/barca/jeep…);
  • Late Check out (camera a disposizione fino alle 18,00 ultimo giorno hotel Phnom Penh;
  • Assicurazione medico bagaglio (massimale spese mediche 5000€.);
  • Materiale informativo e Kit da viaggio;
  • Accompagnatore Nextour al seguito del gruppo se gruppo con 20 partecipanti

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Eventuali adeguamenti tasse aeroportuali soggette a riconferma all’emissione dei biglietti;
  • Eventuali adeguamenti valutari (cambio applicato 1€.=1,10 U$D);
  • Eventuale incremento assicurazione spese mediche (costo in base al massimale spese prescelto);
  • Eventuale assicurazione facoltativa annullamento (5%del valore assicurato);
  • Bevande ai pasti;
  • Mance da raccogliersi in corso di viaggio stimate a circa 50/60€;
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla quota comprende.

 

Date partenze già fissate

dal 24/11/2015 al 09/12/2015 (16 gg)

 (acconto a persona €300) la data di partenza è troppo prossima e quindi non è più possibile acquistare questa data.

Richiedi subito ulteriori informazioni, compila il modulo e sarai ricontattato al più presto:
Nominativo Città
Telefono Email
Note
Inserisci il codice di controllo che appare nell'immagine sotto
CAPTCHA Image icon right
Accetto il trattamento dei dati personali