Bangalore

BANGALORE

 

Bangalore è la città capoluogo dell’omonimo distretto Urbano di Bangalore, del distretto Rurale di Bangalore e della divisione di Bangolore: è la capitale dello stato federato di Karnataka, stato dell’india sud-occidentale che confina con gli stati Maharashtra, Andhra Pradesh, Tamil Nadu, Kerala e Goa. Il territorio di questo stato è caratterizzato da un terreno pianeggiante vicino alla costa, a est del quale si trovano i monti Ghati Occidentali e l’Altopiano del Deccan. Naque nel 1956 con il nome di Mysore, con lo scopo di unire in un unico stato la popolazione di lingua kannada, per poi esser unito all’Unione Indiana nel 1947 e cambiare nome nel 1973, con l’attuale Karnataka. La capitale, Bangalore, è anche la città più grande dello Stato. La sua grande e rapida crescita economica è stata principalmente causata dall’industria dei sofware, sebbene disponga di altre fonti di guadagno, tra cui il settore tessile (seta), il settore ortofrutticolo e quello della floricoltura. Bangalore rappresenta la capitale universale del Sud e un importante centro culturale. All’interno di questa città è facile divertirsi; possiamo infatti trovare numerosi luoghi d’interesse culturale, tra cui teatri, cinema e luoghi di divertimento per i giovani (bar, discoteche, pub, etc..). La fondazione della città risale al 1537, quando un feudatario del Vijayanagar fece costruire un forte con quattro torri di guardia che potessero segnare i confini della città. Nel 1799 gli inglesi vi stabilirono la loro sede amministrativa regionale e decretarono Bangalore come capitale nel 1956. La piazza principale (e quindi il nucleo della città) è il Kempe Gowda Circle; da qui, dirigendosi verso sud, si può visitare la parte più antica della città, ovvero quella tipica indiana. Sempre nelle vicinanze si trovano la Jamma Masjid (la moschea più antica e vasta della città) per poi raggiungere il Forte (la vera zona storica della città). Quest’ultimo fu eretto nel 1537 da Kempe Gowda; seguirono nel tempo diverse modifiche, tuttavia sono tutt’ora visibili le ricche decorazioni con archi e torrette tipicamente islamiche. Dentro le mura si trovano il Tempio di Ganapati e il Palazzo di Tipu Sultan, costruzione realizzata in legno nel 1791. Vicino a quest’ultimo sorgono il Tempio di Venkataramana Swamy ed il Bull Temple, il santuario più antico di Bangalore. Per gli amanti della natura, è possibile visitare i giardini botanici di Lalbagh, realizzati nel 1760 per desiderio di Haidar Ali. È stata inoltre eretta una serra ispirata al Crystal Palace. Nella parte est della città si può visitare la parte nuova, di progetto inglese, il cui nodo principale è il Cobbon Park, realizzato nel 1864. In questa parte della città si possono ammirare la Venkatappa Gallery, il Government Museum (uno dei più antichi musei dell’India) e la Vidhana Soudha, la sede del Segretariato e della Camera Legislativa dello Stato del Karnataka.